Cosa ho imparato a perdere il lavoro due volte in 1,5 anni

Cosa ho imparato a perdere il lavoro due volte in 1,5 anni


Cosa ho imparato a perdere il lavoro due volte in 1,5 anni

Il mio percorso professionale non è stato ortodosso per quanto riguarda gli standard tradizionali. Ma nel mondo di oggi che si sta muovendo verso a economia dei concerti e il desiderio di adempimento professionale più profondo, potrebbe sembrare abbastanza normale. Ad ogni modo, è stata a dir poco una montagna russa con alcuni alti molto alti e alcuni bassi bassi. Dalle vendite porta a porta, dalla raccolta fondi, dalla pianificazione di eventi, da tutti i tipi di marketing, dalle vendite e dal parlare in pubblico, mi sembra di avere avuto molte vite nel mio breve decennio di carriera.

Ad aprile 2017, ho preso una decisione davvero grande; la decisione più grande, più stimolante, ma più potente che abbia mai preso. Ho scelto di lasciare quello che, dall'esterno, sembrava essere il lavoro dei miei sogni.

Lavoravo all'autoproclamato la più grande scuola di nutrizione del mondo, l'Institute for Integrative Nutrition, immerso nei contenuti che ho adorato pur essendo circondato da un team incredibile. Stavo creando contenuti divertenti, ospitando conferenze dal vivo, webinar e trasmissioni, ma per molte ragioni, era tempo per me di andare avanti. Gli otto mesi successivi furono un vortice di viaggi da soli, lavoro da freelance, domande di lavoro e lancio di proverbiali spaghetti contro il muro e vedere cosa si bloccava. Il mondo era la mia ostrica. Potevo fare tutto quello che volevo: ora era il momento.

Ma infinite opzioni si sono tradotte nel paradosso della scelta, lasciandomi paralizzato, stressato, ansioso e incapace di prendere una decisione. Volevo diventare un allenatore della salute? Volevo un lavoro a tempo pieno? Se sì, quale settore? Volevo freelance? Volevo persino rimanere a New York?

Le conversazioni interne erano infinite e molto confuse.

Nel gennaio 2018, ho ottenuto un lavoro in una scuola materna come direttore delle vendite e del marketing. "Finalmente", ho pensato, "gli spaghetti si sono bloccati!" Mentre una scuola materna potrebbe sembrare un po 'un allontanamento dal mio mondo della salute e del benessere, ero entusiasta di concentrarmi su qualcosa di diverso dalla salute, lavorare quattro giorni alla settimana e uso l'altro giorno per affinare le mie passioni.

Poco dopo quattro mesi, il nostro piccolo team fu chiamato in ufficio. Ci dissero che la scuola sarebbe stata chiusa e che il nostro ultimo giorno sarebbe stato tra due settimane da allora. Sebbene non sia stato del tutto sorpreso sulla base delle mie esperienze finora, ero deluso, arrabbiato e spaventato. Sono tornato nel mio ufficio e ho subito iniziato a fare domanda per un lavoro. Era come se avessi viaggiato nel tempo sei mesi indietro: ero stressato, ansioso e continuavo a gettare quegli spaghetti contro il muro.

Ero esausto. Mi sono allargato così magro e non avevo la chiarezza della direzione in cui volevo andare. Il mio ego ha avuto un colpo ogni volta che non ho ricevuto un'intervista e ogni volta che ho sentito "stiamo andando in una direzione diversa". Mi sentivo come se stessi provando ad uscire online nel selvaggio west.

Il mio ego ha avuto un colpo ogni volta che non ho ricevuto un'intervista. Mi sentivo come se stessi provando ad uscire online nel selvaggio west.

Va qualcosa del genere: scansionate LinkedIn per quella che sembra un'eternità alla ricerca di "quello". Passate ore a perfezionare il vostro curriculum e la lettera di presentazione prima di inviarlo sapendo che sta atterrando in una pila di curriculum che sembrano tutti uguali. Cerchi connessioni reciproche e invii un messaggio di posta elettronica al gestore assumente. Se sei fortunato, rispondono richiedendo quella prima intervista telefonica. Hai le farfalle. Sei eccitato. Sei nervoso. Deve andare bene.

Lo fa! O almeno così pensi. Le settimane passano e non senti niente. Questo ti rende solo più ansioso e insicuro. Quindi segui. E poi segui di nuovo. Fai clic su Aggiorna, Aggiorna, Aggiorna ogni 15 minuti nella Posta in arrivo. È tutto ciò a cui puoi pensare.

Questo ero io. Spingendo così duramente per ottenere quel lavoro perfetto.

Alla fine è successo a settembre 2018. Ho ricevuto la mia lettera di offerta da una start-up di genomica microbica che aveva appena raccolto oltre $ 80 milioni. "Perfetto", ho pensato, "una start-up ben finanziata, quindi dovrebbe essere davvero stabile". Bene, avanti veloce di sei mesi. Siamo stati fatti irruzione dall'FBI e chiusi per sempre nell'ottobre 2019. Anche se non ero totalmente scioccato, è successo all'improvviso e non era in linea con ciò che ci era stato detto. Ero, tuttavia, arrabbiato, frustrato, triste, confuso e incerto su cosa fare dopo. Com'è stato possibile? Come ho perso due lavori in un anno e mezzo? Anche se non ho perso lavoro per mancanza di talento o abilità, mi è comunque sembrato personale.

Sono sempre stato qualcuno che è molto orgoglioso del mio lavoro. Adoro lavorare, mi sento appassionato. Sentirsi bloccati e poco chiari per un anno e mezzo è stato imbarazzante e doloroso. Sono anche molto interessato alla riflessione e alla comprensione di quali lezioni delle mie esperienze posso applicare alla mia vita per condurre con più scopo, gioia e realizzazione: lavoro o niente lavoro.

Perdere quel lavoro è stato difficile. È stato doloroso e triste – lo è ancora. Ma ho capito di avere una scelta. Ho il potere nella situazione; la situazione non ha potere su di me. Posso condurre con positività, integrità e significato, oppure posso sedermi ogni giorno in ansia e stress. Certo, ho tutti sentimenti negativi. il. tempo. Ma se ho la scelta, scelgo il primo; happiness, appagamento, pace e gioia sono scelte.

No, non saremo sempre in grado di scegliere i sentimenti positivi. Ci saranno giorni che sembrano insormontabili. Le cose ci scuoteranno. Ci saranno momenti in cui sentiremo di non poterci rialzare, ma il giorno in cui scegliamo di provare emozioni positive il nostro default è il giorno in cui potremo regalarci il dono di una vita davvero grandiosa.

Mentre molte di queste lezioni hanno le basi per perdere il lavoro, penso che siano applicabili a così tanti settori della vita.

Sentire il dolore

Sono un repressore. Mi piace sentirmi felice. Il mio motto non era nemmeno "giorni brutti". Perché come dice Gabby Bernstein Super Attrattore, "Sentirsi bene si sente bene". Ma quando ci sediamo con il nostro dolore, facendoci sentire più a nostro agio con le emozioni negative, siamo in grado di lasciarci andare completamente e andare avanti.

Ho usato questo spazio per cercare di affrontare molte delle cose che ho allontanato da così tanto tempo. Questo è molto difficile, duro lavoro di cui sono solo al precipizio. Ci sono molte lacrime, rabbia, risentimento e paura, ma attraverso questi sentimenti sto acquisendo un senso più profondo di autocoscienza, fiducia, potere e soprattutto appagamento.

La chiarezza è cruciale

Risulta che lanciare spaghetti al muro non ha molto successo.

La chiarezza in tutte le parti della nostra vita ci aiuterà raccogliere più ricompense. Se non sai cosa vuoi, non puoi ottenerlo. Quando sai cosa vuoi, la vita diventa molto più semplice. Le cose iniziano a sentirsi come se fossero in flusso.

Attraverso questo processo, ho deciso che non volevo lavorare per un certo tipo di azienda (start-up nella fase iniziale), quindi ho smesso di candidarmi. A sua volta, sono stato in grado di concentrare più energia positiva sulle aziende per le quali voglio lavorare. A quanto pare, questi sono i tipi di aziende che piacciono anche a me! Ho ricevuto più risposte e richieste in entrata di quante ne avessi fatte la prima volta.

Ho così tante idee, interessi e hobby che essere super chiari è davvero difficile per me. Penso che sia perché ho paura. Cosa succede se seguo un percorso e non funziona? Ma cosa succede se lo fa?

Attraverso il journaling, la meditazione, abbracciando la quiete e lo spazio e girandomi davvero verso l'interno, ho scoperto quello che volevo. Ho ridefinito i miei valori – ciò che è importante per me – e ho preso provvedimenti sulla base di tali valori.

Ho letteralmente scritto: "Voglio essere pagato a XYZ". Questa manifestazione, se vuoi, sta diventando più realtà che manifestazione col passare del tempo, ed è stato così eccitante vederlo prendere forma.

Sii paziente e aperto

Adoro controllare le cose. Per anni, ho cercato di controllare ogni aspetto della mia vita, spingendomi avanti qualunque cosa, anche quando i segni non c'erano perché volevo quello che volevo quando lo volevo.

Posso solo immaginare il tipo di energia emessa da questa indigenza e necessità. Non c'è da stupirsi che non ho trovato lavori adatti a me! Nessuno vuole "uscire" con la ragazza bisognosa. Stavo spingendo porte aperte che erano solo per metà aperte a me. Tutto quello che ho trovato erano vicoli ciechi.

Ho imparato la brutta verità: per quanto ci piacerebbe, non possiamo controllare tutti i risultati. Cosa noi può il controllo è il lavoro che facciamo e come reagiamo.

Ho messo il lavoro verso le cose che voglio e ho lasciato che fosse abbastanza. Quando sono paziente che la cosa giusta ritorni dai miei sforzi, sono in grado di aprirmi e lasciare spazio all'imprevisto, che è sempre il luogo in cui avviene la magia.

Invece di passare otto ore al giorno, cinque giorni alla settimana a candidarmi per un lavoro, dedico del tempo per fare domanda per un lavoro e uso l'altra volta facendo le cose che amo, essendo creativo ed essendo solo con i miei pensieri e le mie sensazioni. È stato bello vedere cosa succede!

Fidati del tuo intuito

Se mi fossi davvero fidato del mio intuito, non avrei mai iniziato in nessuna delle società chiuse. Qualcosa in me sapeva che non era giusto, ma mi sentivo come se avessi bisogno di un lavoro per iniziare a fare soldi ed essere di nuovo "degno".

A volte mi confondo con ciò che è "mente sulla materia" e che è "intuizione". La mia meditazione, il diario, lo yoga e le pratiche di respirazione mi hanno aiutato a imparare qual è la mia intuizione e come sapere quando mi parla. Ho imparato che la nostra intuizione, i nostri "sentimenti viscerali" sono piuttosto innegabili.

Se hai problemi come ho fatto io, prova a ripensare a un momento in cui eri come "Lo sapevo!" Sezionare quell'evento. Qual era quella sensazione? Come lo hai saputo? Ricorda quella sensazione quando metti in dubbio qualcosa.

Sii gentile con te stesso

Indovina un po? Sono solo umano, e anche tu. Essere umani è disordinato e davvero difficile. Se sei qualcosa come me, sei piuttosto duro con te stesso. È difficile non esserlo! Sembra che ci siano così tante aspettative da soddisfare.

Mi sono reso conto che le aspettative che penso di dover soddisfare e superare sono state stabilite solo da me stesso. Ho lentamente imparato ad ascoltare ciò che il mio cuore e il mio corpo mi stanno dicendo di trovare altri modi per essere sicuro di me e di essere a mio agio.

Ciò potrebbe significare passare una giornata a letto a guardare i film di Hallmark invece di andare a un evento di networking a cui “dovrei” andare, o forse significa non rispondere immediatamente ai messaggi di testo. Potrebbe anche essere semplice come sorridere a te stesso allo specchio o usare affermazioni positive di sé.

La lezione più grande che ho imparato negli ultimi due anni è che la vita non è lineare, e nemmeno noi. La vita è dinamica, in costante cambiamento, spostamento e lanciandoci curve. Mentre potrebbe sembrare che facciamo solo cinque passi avanti per tornare indietro di tre, ci sono opportunità di crescita e apprendimento mentre vacilliamo avanti e indietro. Quando possiamo concederci un minuto attento per sintonizzarci con chi siamo, cosa vogliamo e come ci arriveremo, siamo certi che presto arriverà qualcosa di buono.

Hai mai perso il lavoro inaspettatamente? Come lo hai gestito?

admin

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir